MASTER TRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN

PRATICHE ATTORIALI E PEDAGOGICHE ATTRAVERSO I LINGUAGGI TEATRALI – in presenza il dal 29 ottobre 

termine I anno giugno 2023

 

 

Requisiti minimi di ammissione:

 

Titolo accademico di II o I livello preferibilmente in ambito umanistico e/o artistico/musicale – diploma di scuola secondaria di II grado.

 

Destinatari:

  • Studenti orientati verso professioni umanistiche (psicologi, insegnanti, educatori, pedagogisti, consuelor, mediatori culturali) che intendano acquisire le pratiche teatrali da applicare nelle loro specifiche professioni
  • Professionisti nell’ambito umanistico che intendano acquisire logiche e pratiche teatrali nell’esercizio della loro professione
  • Teatranti che intendano acquisire competenze pedagogiche per l’esercizio della loro professione anche in ambito educativo/formativo

 

________________________________________________________________________________

 

Titolo rilasciato:

 

Diploma di specializzazione  in Pratiche attoriali e pedagogiche  attraverso i linguaggi teatrali, Master triennalericonosciuto dal Ministero dell’Istruzione.

 

*nel caso in cui l’allievo sia in possesso del diploma di scuola secondaria superiore il titolo rilasciato sarà di Corso di formazione triennale in Pratiche attoriali e pedagogiche attraverso i linguaggi teatrali, che potrà essere successivamente commutato in diploma di specializzazione dopo aver conseguito un diploma di laurea di almeno Primo Livello

 

 

Durata:

  • Il master è suddiviso in tre anni di attività per una durata complessiva di 1500 ore accademiche[1] così suddivise:
    • Primo anno:
    • 375 ore accademiche di laboratorio teatrale (in presenza), da Ottobre a Giugno, suddivise in due sessioni settimanali dalle ore 15,00 alle 19,00 (pomeriggi infrasettimanali da stabilire)
    • 80 ore accademiche di didattica on line, in quattro sessioni ciascuna delle quali ogni due mesi, della durata di 20 ore (sabato e domenica, dalle 9,00 alle 13,30 e dalle 15 alle 18,00)
    • 45 ore accademiche di studio individuale, per la preparazione delle esercitazioni proposte durante il corso

 

  • Secondo anno:
    • 375 ore accademiche di laboratorio teatrale (in presenza), da Ottobre a Giugno, suddivise in due sessioni settimanali dalle ore 15,00 alle 19,00 (pomeriggi infrasettimanali da stabilire)
    • 80 ore accademiche di didattica on line, distribuite in quattro sessioni ciascuna delle quali ogni due mesi, della durata di 20 ore accademiche (sabato e domenica, dalle 9,00 alle 13,30 e dalle 15 alle 18,00)
    • 45 ore accademiche di studio individuale, per la preparazione delle esercitazioni proposte durante il corso

 

  • Terzo anno:
  • 290 ore accademiche di laboratorio teatrale (in presenza), da Ottobre a Giugno, suddivise in due sessioni settimanali dalle ore 15,00 alle 19,00 (pomeriggi infrasettimanali da stabilire)
  • 80 ore accademiche di didattica on line, distribuite in quattro sessioni ciascuna delle quali ogni due mesi, della durata di 20 ore (sabato e domenica, dalle 9,00 alle 13,30 e dalle 15 alle 18,00)
  • 60 ore accademiche di tirocinio da svolgersi in scuole e/o enti di formazione convenzionati con OIDA ovvero in istituzioni proposte dallo stesso tirocinante, calendarizzate secondo le disponibilità del tirocinante e dell’ente ospitante
  • 70 ore accademiche di studio individuale per la stesura dell’elaborato finale, consistente in un progetto teatrale da svilupparsi all’interno di contesti educativi

 

Alla fine di ogni anno accademico l’OIDA – ente riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione – rilascia un attestato di partecipazione per l’eventuale riconoscimento di CFU.

 

Sedi:

  • Le sedi degli incontri in presenza sono ubicate a Napoli città, facilmente raggiungibili coi mezzi pubblici
  • Le sessioni di lavoro on line avverranno tramite piattaforma direttamente gestita da OIDA

 

Inizio dei corsi:

  • Le sessioni di lavoro in presenza, per il primo anno di corso (a.a. 2022/23) inizieranno ad Ottobre 2022 dalle ore 15,00 alle 19,00 e termineranno a Giugno 2023 dalle ore 15,00 alle 19,00, con possibilità di partecipare – per gli interessati e in maniera facoltativa – all’allestimento finale, le cui repliche si terranno nel mese di Luglio 2023
  • Le sessioni di lavoro on line inizieranno Sabato 29 Ottobre 2022 dalle ore 9,00 alle 13,30 e dalle ore 15,00 alle 18,00 e termineranno Domenica 2 Aprile 2023, dalle ore 9,00 alle 13,30 e dalle ore 15,00 alle 18,00 secondo il seguente calendario:
  • 29 e 30 Ottobre
  • 3 e 4 Dicembre
  • 4 e 5 Febbraio
  • 1 e 2 Aprile

 

Costi:

 

* Il costo complessivo per il conseguimento del diploma di Master in Pratiche attoriali e pedagogie attraverso i linguaggi teatrali è di euro 2805,00 così suddiviso:

 

  • Quota d’iscrizione: euro 250,00
  • Quota di partecipazione: euro 2295,00
  • Tassa per il conseguimento del titolo finale: euro 260,00

 

Modalità di pagamento:

 

  • La quota discrizione di euro 250,00 è da versare all’atto dell’iscrizione

 

  • La quota di partecipazione di euro 2295,00 – corrispondente a euro 765 per ogni anno di corso – può essere versata secondo tre modalità:
    • In rate mensili di euro 85,00 ciascuna per un totale di euro 765 annue (nove rate complessive per ogni anno di corso, da Ottobre a Giugno) per un totale sul triennio di 27 rate corrispondenti a euro 2295,00
    • In due rate annuali da versare entro il Dicembre e il Marzo di ogni anno accademico, di euro 363 ciascuna per un totale sul triennio di 6 rate corrispondenti a euro 2178,00 (applicazione dello sconto 5%)
    • In unica rata annuale da versare entro il Dicembre di ogni anno accademico di euro 688,00 per un totale sul triennio di 3 rate corrispondenti a euro 2064,00 (applicazione dello sconto 10%)

 

  • La tassa per il conseguimento del titolo finale di euro 260,00 è da versare entro trenta giorni prima della sessione finale d’esame per il conseguimento del titolo (a.a. 2024/25)

 

Programma del corso

 

 

Primo anno

(Attività in presenza)

 

  • Esercizi per l’acquisizione degli strumenti pre-interpretativi: respirare, camminare, essere in relazione, essere immaginifici, essere musicali
  • Esercizi per la cura della prosodia e dell’ortoepia
  • L’esplorazione delle voci inaudite
  • Fondamenti di arti marziali per la scena
  • Grammatica e sintassi dell’essere in scena: traiettorie, direzioni di sguardo, interpunzioni, ritmo e misura, criteri compositivi
  • L’esplorazione dei personaggi attraverso le principali metodologie teatrali
  • Il cimento dell’andare in scena (facoltativo)

 

(Incontri on line)

  • I fondamenti della comunicazione umana: pragmatiche ed assiomi
  • Le architetture drammaturgiche di base: tragedia, commedia e dramma satiresco
  • Principi di pedagogia teatrale: i Maestri del Novecento e le loro proposte
  • Dalla pedagogia teatrale alla pedagogia attraverso il teatro: l’applicazione delle pratiche teatrali nei contesti educativi

 

Secondo anno

(Attività in presenza)

 

  • Esercizi di micro-composizione scenica partendo da un oggetto
  • Esercizi di improvvisazione su canovaccio
  • Lettura all’impronta
  • La manipolazione dello spazio e del tempo a teatro. L’impiego delle ellissi
  • Dalla scrittura drammaturgica alla scrittura scenica: le vie di accesso al testo destinato alla scena
  • Esercizi interpretativi su monologo, dialogo e testo in versi
  • Il cimento dell’andare in scena (facoltativo)

 

(Incontri on line)

  • Le fasi della scrittura destinata alla scena: dall’idea in embrione allo sviluppo del copione
  • Le rielaborazioni di testi preesistenti: adattamento, riduzione, riattivazione, attualizzazione, liberamente ispirato a, cambio d’angolazione, riscrittura
  • L’apertura di un cantiere di scrittura destinata alla scena e prima stesura di un testo

 

Terzo anno

(Attività in presenza)

 

  • Fondamenti ed esercitazioni di regia
  • Proposte di training e di esercizi da collaudare, anche basati su variazioni di esercizi consolidati nella tradizione pedagogica teatrale
  • Proposte progettuali di gruppo per una messa in scena
  • Il cimento dell’andare in scena (facoltativo)

 

(Incontri on-line)

  • La figura del regista/pedagogista: la costruzione di una metodologia di lavoro
  • Logiche e dinamiche nella creazione e nella conduzione dei gruppi in diversi contesti formativi
  • La gestione di un cantiere di scrittura di un testo elaborato a più mani
  • La stesura di un progetto laboratoriale di teatro con finalità pedagogiche, in un contesto a scelta del candidato (elaborato finale).